Come pulire le sigarette elettroniche

Pulire la sigaretta elettronica è un tipo di operazione che deve essere svolta con grande attenzione e precisione in modo tale che, igiene e sicurezza nell’utilizzo di tale oggetto, possano essere sempre presenti. Ecco come procedere.

La pulizia del serbatoio

La pulizia del serbatoio rappresenta un passaggio fondamentale dato che, grazie ad esso, sarà possibile rimuovere completamente ogni residuo del precedente liquido ed evitare che l’aroma possa essere in qualche modo compromesso. Per svolgere tale operazione sarà necessario smontare la sigaretta elettronica e utilizzare un pezzo di carta da cucina bagnata con del semplice detergente per effettuare la pulizia.

Il panno deve essere leggermente strofinato al suo interno e successivamente sarà opportuno sciacquare, per poi asciugare con attenzione, lo stesso serbatoio in maniera tale che questo possa non contaminare il liquido che viene posto al suo interno. Queste procedure sono effettivamente semplici da svolgere e non richiedono grossi procedimenti lungi e noiosi da svolgere.

Pulire la parte dove si aspira

Anche la parte dove si aspira deve essere necessariamente pulita visto che in essa vengono poste le proprie labbra e un’igiene scadente risulta essere poco piacevole da vedere e sentire. Per svolgere tale tipo di operazione occorrerà semplicemente mettere sotto un getto d’acqua tiepido questa parte e strofinare utilizzando un panno.

Volendo, anche in questo caso, sarà possibile fare affidamento su un prodotto detergente a patto che poi il beccuccio venga attentamente asciugato. In questo modo sarà possibile evitare delle complicazioni di ogni tipo e si potrà evitare di lasciare un brutto sapore sulla stessa parte in questione.

La parte dove si aspira della sigaretta elettronica va mantenuta sempre pulita, non solo per conservare al meglio la propria e-cig, ma, anche per garantire il massimo rispetto per la propria salute, infatti, così facendo si eliminano tutti i batteri ed i residui di vapore acqueo rilasciato durante le svapate. Per ulteriori approfondimenti, puoi leggere questa guida su come pulire la sigaretta elettronica, realizzata dal team di Vaper Style.

L’atomizzatore e la pulizia

Per pulire l’atomizzatore si possono svolgere due operazioni. La prima consiste nel tappare con carta la parte che viene imbevuta nel liquido e soffiare con energia in quella opposta. Le impurità verranno completamente rimosse ed assorbite da parte della carta stessa. In alternativa potrete anche mettere a bollire per dieci minuti l’atomizzatore: questo non subirà alcun danno visto che opera con temperature similari, e si avrà la certezza del fatto che la stessa parte sia stata pulita con grande attenzione e precisione.

Ecco quindi come procedere per poter effettivamente svolgere delle pulizie precise e perfette sulla propria sigaretta elettronica e sulle sue diverse parti, che devono essere sempre e comunque pulite con grande attenzione e soprattutto con cura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *