Opinioni sulle sigarette elettroniche

La sigaretta elettronica è stata brevettata nel 1965 dall’americano Gilbert, ma solo nel 2003 ha visto la commercializzazione in Cina grazie all’uso di una tecnologia sviluppata da un farmacista cinese. Le sigarette elettroniche si presentano in varie forme e dimensioni, la caratteristica che le accomuna tutte è il far inalare vapore senza ricorrere alla combustione. L’intento della sigaretta elettronica è quello di far desistere i fumatori dall’uso delle sigarette tradizionali.

Come è composta la sigaretta elettronica

Le sigarette elettroniche si compongono di: bocchino, filtro con cartuccia, resistenza, atomizzatore, cotone, vaporizzatore, circuito elettronico, batteria ricaricabile. Il bocchino è la parte che serve per appoggiare le labbra e per aspirare il vapore; il filtro è di plastica e contiene la cartuccia con il liquido composto da glicerolo, glicole propilenico e nicotina. Il liquido si può acquistare e ricaricare e lo si può trovare in commercio in tanti gusti diversi. Dal classico tabacco alla vaniglia, dalla menta fino agli aromi fruttati. L’atomizzatore è praticamente il nucleo delle sigarette elettroniche in quanto unisce tutte le altre parti. Nell’atomizzatore si trova il liquido, la resistenza e il materiale che consente il trasporto del liquido alla resistenza.

Tale materiale generalmente è il cotone, ma può essere anche il mesh o il wick. Il vaporizzatore riscalda il liquido che è presente nella cartuccia e crea il gas che poi trasporta le componenti inalterate del liquido. Infine la batteria ricaricabile che possiede internamente un sensore. Questo sensore è in grado di rilevare la differenza di pressione che si viene a creare quando il fumatore aspira il vapore; in tal caso diventa come una specie di interruttore e fa attivare la batteria. Le batterie possono essere scelte tra diverse tensioni; una tensione maggiore determina una maggiore potenza del vaporizzatore da cui scaturisce un fumo molto più denso e corposo. Per quanto riguarda la nicotina presente nel liquido, si può scegliere fra una concentrazione alta, media, bassa o anche assente.

I vantaggi dell’uso della sigaretta elettronica

La scelta di passare dalle sigarette tradizionali alla sigaretta elettronica comporta indiscussi vantaggi. Oltre a portare un grande risparmio economico, la sigaretta elettronica evita al fumatore di assimilare tutte le sostanze nocive che compongono la sigaretta tradizionale. Nei fumatori abituali di sigaretta elettronica si sono avute importanti diminuizioni di disturbi come tosse o irritazione della gola rispetto ai fumatori delle sigarette tradizionali.

Non sono invece ancora molto chiari quali possano essere i risvolti negativi delle sigarette elettroniche. Questo perchè non sono stati fatti studi approfonditi data la recente diffusione di quest’oggetto. Tuttavia una parte della comunità scientifica mette in guardia chi utilizza la sigaretta elettronica in quanto sarebbe ritenuta più cancerogena delle sigarette normali. Il dibattito quindi rimane aperto in attesa di studi e risultati più certi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *